IN SLALOM PARALLELO FRA A1 E A2

IN SLALOM PARALLELO FRA A1 E A2

Autunno all’insegna del tennis d’eccellenza per il Circolo della Stampa Sporting: dal 7 ottobre il club torinese scende in campo nel campionato italiano a squadre di Serie A femminile con due formazioni, una in A1 e l’altra in A2 che da quest’anno si giocano in contemporanea.

 

Si parte domenica 7 ottobre con la Serie A2 e l’esordio casalingo contro lo Sporting Club Sassuolo.

Per il Circolo della Stampa Sporting si tratta del sedicesimo anno di partecipazione in Serie A2, con un record assoluto nella storia del campionato italiano a squadre “cadetto” riguardante, nel 2015, lo schieramento di due formazioni nella medesima rassegna.

Quattordici le squadre ai nastri di partenza suddivise in due gironi da sette: poule numero 1 per lo Sporting, che fra gli avversari vede anche il Country Club Cuneo (in calendario domenica 11 novembre, in trasferta).

Nelle file del club torinese sono schierate tutte le giovani esponenti del settore agonistico di casa al loro debutto in A: Federica Sema (2.4), Giorgia Testa (2.4), Alessia Tagliente (2.5), Elisa Andrea Camerano (2.5), Chiara Fornasieri (2.5), Ginevra Peiretti (2.5) e Alessia Bellotti (2.7), guidate in panchina da Fabio Pulega e Alessandro Vittone.

Il Sassuolo sarà guidato dalla 2.1 Beatrice Torelli, cui si affiancano le 2.3 Giulia Guidetti e Valeria Muratori.

Gli incontri prevedono al disputa di tre singolari e un doppio a partire dalle ore 10. Ingresso libero.

Le prime tre di ciascun girone disputeranno i play off di promozione, mentre le quarte, le quinte e le seste andranno ai play out con retrocessione diretta invece per le settime.

 

 Domenica 14 ottobre, invece, l’avvio del campionato maggiore, la Serie A1: otto squadre alla partenza, suddivise in due gironi con turno di andata e ritorno.

Il Circolo della Stampa Sporting è nel girone 2 insieme a T.C. Prato, T.C. Parioli e Tennis Beinasco.

Esattamente come l’anno scorso, nella prima giornata il Circolo della Stampa Sporting esordirà in casa contro le campionesse uscenti del T.C. Prato, club plurititolato e vincitore consecutivo delle ultime tre edizioni. L’anno scorso lo Sporting perse nell’andata casalinga per 3 a 1, cui seguì il pareggio per 2 – 2 nella trasferta del ritorno del girone.

Quest’anno le toscane si presentano rinforzate della giocatrice ceca Tereza Martincova, ventiquattrenne n. 230 del ranking WTA con classifica FIT 1.5, che affiancherà, fra le altre, la 1.7 Martina Trevisan e le 2.2 Lucrezia Stefanini e Gaia Senesi.

Il Circolo della Stampa Sporting schiera invece la 2.1 Camilla Rosatello, al rientro alle gare dopo due mesi di inattività per infortunio e scesa intorno al n. 400 del ranking WTA dal suo best di n. 225 lo scorso anno, la 2.2 Stefania Chieppa, la 2.3 greca Despina Papamichail, le 2.4 esponenti del vivaio Anna Maria Procacci e Federica Joe Gardella e la new entry Mandy Minella, lussemburghese d’origine con passaporto italiano, attualmente n. 139 del mondo con un passato da n. 66 nel 2012.

Per domenica 28 ottobre, invece, sempre in casa è in programma il derby piemontese con il Tennis Beinasco, che come lo scorso anno schiera in prima fila la torinese Giulia Gatto Monticone (1.10) e le 2.1 Rebecca Sramkova, Federica Di Sarra e Anastasia Grymalska.

Gli incontri prevedono anche in A1 la disputa di tre singolari e un doppio a partire dalle ore 10. Ingresso libero.

Si qualificano ai play off le prime due di ogni girone. La terza e la quarta disputeranno invece i play out. Finali per il tricolore il 7 e 8 dicembre.

Per il neo direttore tecnico del Circolo della Stampa Sporting Gianluca Luddi si tratta di un impegno importante: “Da quest’anno la contemporaneità dei due campionati richiede uno sforzo maggiore negli schieramenti. Per quanto riguarda la Serie A1 l’obiettivo è confermare la massima Serie anche per l’anno prossimo, anche se non sarà facile: le squadre avversarie sono molto agguerrite e tecnicamente valide. Per l’A2 in accordo con la dirigenza abbiamo deciso di valorizzare le risorse interne, anche per dare soddisfazione a chi ha lavorato bene e stimolo a chi ha cominciato da poco.”

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*